IL MERCATO DEI MINI-BOND: KEVIN TEMPESTINI INTERVIENE SULL’ARGOMENTO

Il quotidiano economico Milano Finanza ha condotto un’indagine sui principali attori coinvolti nel processo di strutturazione, emissione, collocamento e quotazione dei mini-bond e dei relativi costi. Figura chiave nella gestione di questa operazione è l’advisor, che ha la funzione di mettere in contatto l’azienda con l’agenzia di rating per la valutazione. Un mini-bond ha un costo annuale più contenuto rispetto a quello di una cambiale finanziaria, la cui scadenza è nell’ordine dei 120-180 giorni. Per tale operazione non è richiesto inoltre né uno sponsor né una garanzia.

Intervenendo in merito al ruolo degli investitori, Kevin Tempestini, Amministratore Delegato di KT&Partners, ha sottolineato come l’emissione sottoscritta da un singolo individuo comporti per la società un minor costo di raccolta e un processo più veloce. Lo stesso investitore, a fronte di un rischio maggiore, richiede però un tasso di interesse più alto e maggiori garanzie o una possibilità di ingerenza più alta nel processo decisionale della società.