KT & Partners di Kevin Tempestini e Intermonte organizzano la V edizione di «Le eccellenze del Made in Italy»

Si è tenuta il 19 e il 20 maggio, presso il Grand Hotel Baglioni & Palazzo Gondi di Firenze, la quinta edizione di «Le eccellenze del Made in Italy», evento che mira a riunire PMI e investitori per discutere di risparmio gestito e mercato borsistico. Il convegno è stato organizzato dalla banca di investimenti Intermonte e dalla società KT & Partners di Kevin Tempestini, due realtà che coadiuvano le piccole e medie aziende per la quotazione in Borsa, agendo da incubatrici. Sono tante le piccole e medie realtà industriali italiane che rinunciano ad aprirsi al mercato, privandosi così di opportunità di espansione e di trovare visibilità e risorse per l’internazionalizzazione. Gianluca Parenti, responsabile clienti istituzionali domestici di Intermonte, ha evidenziato che “tante piccole aziende con grandi potenzialità rimangono tuttora entro i loro confini territoriali, dipendendo dalle banche locali per il capitale. Ma come si è visto di recente, tali istituti di credito non brillano per trasparenza”. A Piazza Affari esiste un segmento apposito dedicato alle PMI che necessitano di capitali per espandersi: l’Aim Italia non ha requisiti minimi di capitalizzazione, concede un livello minimo di flottante al 10% ed è riservato ai soli investitori istituzionali. L’Aim è inoltre considerato l’anticamera al Star di Borsa Italiana, con un flottante minimo del 35% e limiti di capitalizzazione tra 40 milioni e 1 miliardo di Euro. Nello studio condotto da KT & Partners di Kevin Tempestini, intitolato “Aim to the Stars”, si fornisce una panoramica dei due listini, mettendone in evidenza pregi e difetti. Per esempio, il segmento Star si comporta meglio del principale indice di Borsa Italiana Ftse Mib, avendo registrato un incremento del 120% negli ultimi tre anni. Nonostante una partenza in negativo di inizio anno (-10,7%), la struttura dell’indice Aim è fortemente dinamica: nell’ultimo quadriennio il numero di società quotate è passato da 20 a 75. Infine, nel 2016 si è registrata una corposa salita di titoli come Imvest Spa (+42%) ed Enertronica (+32%). Secondo Kevin Tempestini: “il problema fondamentale per le PMI quotate su entrambi i segmenti, Aim e Star, risulta essere quello della liquidità”.

Annunci